A casa di Annabella: living e studio

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+Pin on Pinterest

Oggi vi porto da un’amica, in una casa che adoro, una di quelle in cui non cambierei davvero niente. Questa casa è così bella che per raccontarvela tutta ci metterò un po’, oggi inizio dal primo piano: il living e lo studio. Annabella, la padrona di casa, ha un negozio di arredamento meraviglioso a Conversano, Capricci delle badesse, uno spazio fatto di tante stanze che si sviluppano come una vera e propria casa, in cui trovare design, antiquariato e arte contemporanea, di cui Annabella è una grandissima appassionata.

arredare arte
Nel living, il divano in pelle, un pezzo cult di Le Corbusier, nasconde le scale che dalla porta di ingresso conducono al primo piano. I due tavolini sono Kartell e sono stati personalizzati dalla padrona di casa con fili di luci che la sera rendono l’ambiente ancora più gradevole creando un’atmosfera magica.

divano pelle
Il camino in lamiera ad angolo è forse il mio pezzo preferito, arriva dalla Spagna. Il nero e le tonalità del rosso sono il fil rouge di tutta la casa, mentre a vivacizzare il tutto ci pensano i coloratissimi tappeti Nanimarquina.

arredo rosso nero
Il parquet a listoni e le travi sbiancate per dare ancora più luce, le scale che portano al secondo piano sono ancora una volta dipinte di rosso. Sul televisore un olio su tela dell’artista contemporaneo Massimo Giannoni rappresenta la piazza del Beaubourg a Parigi.

parquet listoni
Nel living un’opera che invidio tantissimo ad Annabella, un olio su tela di Valentina Iacovelli rappresenta Girolamo, il papà della mia Ninetta.

divano Le Corbusier
Dal living, in corrispondenza delle scale, due gradini portano ad una stanza deliziosa adibita ad home office.

arredi rossi
LO STUDIO
Sul divanetto rosso un’altra dolcissima tela di Valentina Iacovelli e, alla destra del divano, in corrispondenza della sospensione con paralume cilindrico, si intravede la scala a chiocciola che porta nella tavernetta.

studio in casa
Al centro della stanza uno scrittoio antico gioca con gli arredi di design e l’opera d’arte contemporanea alle sue spalle. Avete riconosciuto l’ironica lampada da tavolo “Chapo”, firmata da Philippe Starck per Flos?

home office

Troppo carina la piantana acquistata a Francoforte, basculante e sottilissima, proietta sulla parete l’ombra di un omino che toglie il cappello, l’ombra varia dimensione a seconda della distanza della lampada dal muro.

quadro cuoretappeto design
Ed eccoci qui, relegate sulla scala per non disturbare il fotografo.
Spero vi sia piaciuta questa prima parte dell’home tour da Annabella, se avete domande o curiosità lasciate un commento, non vediamo l’ora di parlarne insieme.

capricci delle badessecredits: Giuseppe Cardone

Benvenuto/a a casa di Ro. Commenta: per aiutarmi a crescere e a conoscere meglio le tue esigenze, per una critica educata o anche solo per un saluto veloce. E se il post ti è piaciuto, condividilo sui social!

Tag:, , , , / 4 Commenti

4 Commenti su A casa di Annabella: living e studio

  1. Valeria - Sukhi
    31/10/2018 at 11:08 (2 settimane ago)

    Bellissima questa casa, molto calda e accogliente!

    Rispondi
    • Ro
      01/11/2018 at 19:37 (2 settimane ago)

      Valeria grazie mille per il commento, sono felice ti sia piaciuta.

      Rispondi
  2. michele
    01/11/2018 at 07:33 (2 settimane ago)

    bellissimi interni arredati con gusto e mai banali. ma la musica?
    spero di poter suggerire soluzioni altrettanto raffinate.

    Rispondi
  3. loretta
    15/11/2018 at 16:43 (5 ore ago)

    una casa in cui abiterei immediatamente! luminosa, con tutti questi particolari rispecchia un carattere libero e un po’ artistico. Adoro queste cose, ho arredato il mio salone con tanti cavi elettrici colorati in tessuto che contrastano col bianco, lo stesso tipo di contrasto che vedo dalle scale colorate di rosso coi muri total white di quest casa. Complimenti!

    Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *






Comment *