Dorothee Meilichzon e i suoi hotel particulier

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterGoogle+Pin on Pinterest

Oggi vi racconto di Dorothee Meilichzon, architetto parigino, specializzata nell’hospitality design, del cui stile mi sono follemente innamorata. Giovanissima e coraggiosa, il suo studio disegna e arreda alcuni degli hotel più belli di Parigi: colorati, originali, pieni di contrasti ma perfettamente equilibrati.
Date un’occhiata, dalle sue palette di colore e dall’equilibro di stili diversi potrete trarre ispirazione, anche per arredare le vostre case.

HENRIETTA HOTEL
L’Henrietta hotel è a Londra, e come in molti dei suoi progetti Dorothee Meilichzon si è ispirata proprio al contesto: gli edifici vicini, gli ornamenti caratterizzanti tetti e finestre, le cornici decorate delle porte. Da questa suggestione sono nate le grandi testate dei letti, bassorilievi con un mix di elementi: specchi, pannelli dipinti o in stoffa imbottiti.

alberghi Parigi4 diverse palette di colore rendono le stanze una diversa dall’altra. Perfetti i comodini integrati nel progetto della testata con le sottilissime luci in ottone incassate. L’ottone ha un gusto tutto rétro che torna spessissimo nei progetti dello studio Chzon.

Dorothee Meilichzoncredit

La poltroncina in camera è ispirata alle forme anni ’70 di un progetto di Pierre Paulin. Lo studio dei colori ha reso fluido e naturale anche l’accostamento tra l’ottone e l’acciaio spazzolato della base della seduta.
Vi piacerebbe riprodurre il mix di stili dal sapore francese proposto da Dorothee?
Pensate che quello che sembra un pavimento a mosaico altro non è che un tappeto disegnato proprio da lei.

arredamento francese1. 2. 3.

HOTEL PANACHE
Qualunque cosa abbia chiari riferimenti all’Art Nouveau mi conquista. Nell’Hotel Panache l’atmosfera primi ‘900 si respira nelle testate dei letti ricurve, in contrasto con le moderne forme angolari dei bellissimi specchi molati, anche questa volta un richiamo alla forma dell’edificio, ad angolo tra rue Faubourg Montmartre e rue Geoffroy Marie.

moodboard palettecredits: http://www.chzon.com

40 camere, tutte diverse ma accomunate dagli stessi colori: blu navy, verde foresta e grigio antracite sul bianco

lampade ottonecredits: http://www.chzon.com

I tappeti con motivi a triangolo, le frecce sulle carte da parati e altri dettagli indicano l’ispirazione al Flatiron Building di New York, iconico edificio angolare.
dormire a Parigi
HOTEL DES GRANDS BOULEVARDS
I letti a baldacchino dell’hotel richiamano i fasti di fine ‘700, quando questo hotel particulier nacque proprio sui Grand Boulevards. Dorothee ha attualizzato un’atmosfera senza tempo tramite inediti accostamenti di colori e materiali, caratteristica l’idea di accoppiare il velluto della testata a vecchie panchette contadine usate come comodini.
Date un’occhiata alle diverse palette di colore delle varie stanze, sono una più bella dell’altra.

camera da letto elegantecredit

E il bagnetto rétro? Il mio preferito in assoluto. Bellissimo il profilo curvo dei 2 specchi che si compenetrano, e il pavimento da lavanderia ingentilito dalle lampade in ottone.
Vi piacerebbe avere un bagno simile nella vostra casa?

bagno rétrocredits 1. 2. 3. 4. 5. 6.

Avete trovato l’ispirazione che fa per voi? Vi piacerebbe vedere altri post di ispirazione simili? Vi aspetto qui sotto nei commenti.

 

Benvenuto/a a casa di Ro. Commenta: per aiutarmi a crescere e a conoscere meglio le tue esigenze, per una critica educata o anche solo per un saluto veloce. E se il post ti è piaciuto, condividilo sui social!

Tag:, , / 0 Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *






Comment *